L’estate di Youpolis Sicilia tra confronto e crescita

Un’attività che in estate non si ferma, quella dell’associazione Youpolis Sicilia. Giovani sempre più convinti di muoversi, alzare la voce, proporre, organizzare, dimostrando che molti ragazzi non sono fermi al palo del disinteresse e del pessimismo, ma che amano le proprie città e vogliono impegnarsi per la propria comunità. Siamo ad un anno dalla costituzione ufficiale dell’Associazione (preceduta da tre anni di attività più informale) e al termine di mesi di intensa attività: dalla testimonianza dei giovani membri in occasione di Ragusani nel Mondo 2014 a interventi nelle scuole per stimolare i giovani ad impegnarsi, a convegni, iniziative, manifestazioni, tra cui eventi particolari come la manifestazione “L’impegno che c’è” a Dicembre, il torneo “Facciamo Rete” dedicato a Daniela Dinatale il 6 Gennaio, la splendida giornata di commemorazione del terremoto del 1693 l’11 gennaio, il convegno “Le piccole cose fanno la differenza” ai Benedettini a Catania, fino alla Festa della Musica a Chiaramonte Gulfi, gli intensi giorni di “A Tutto Volume”  – all’interno dei quali i giovani dell’Associazione si sono prodigati su diversi fronti e hanno tenuto l’esilarante e coinvolgente evento “Se io Avrei” dedicato agli errori grammaticali nell’era dei social network – e la compartecipazione all’organizzazione della quarta edizione di “Ragusa Non Dimentica” il 19 Luglio scorso.
Dopo tutto questo, l’Associazione in queste settimane si è ritrovata per due momenti importanti e di crescita interna, per “ricaricare le batterie” e prendere alcune decisioni organizzative e logistiche.

Sabato 25 Luglio una delegazione dei gruppi della provincia di Ragusa si è recata a Giarre (CT) per incontrarsi con il nuovo laboratorio Youpolis nato in zona ionica. Una giornata di confronto e programmazione con i nuovi ragazzi etnei che hanno già iniziato a lavorare e a muoversi: dopo aver già segnalato nelle scorse settimane alcune discariche abusive è di pochi giorni fa, infatti, la notizia di un incontro tra i membri del neonato laboratorio e il vicesindaco di Giarre che è servito per ottenere la ripulitura e la restituzione al pubblico di una fontana nel parco giardino di San Giovanni Montebello (frazione di Giarre).
Venerdì 7 Agosto, invece, a tre anni dalla prima esperienza a Punta Secca, si è ripetuta la serata di “politica sotto le stelle” che nel 2012 era servito al nascente gruppo per capire che strada prendere, sognando e immaginando un nuovo modello di impegno civico giovane che ha poi realmente preso forma. Per la seconda volta, quindi, nella spiaggia di Santa Maria del Focallo si è deciso di rivivere questo momento, ovviamente con un’obiettivo diverso: quello di alimentare quel sentimento di impegno vero e “libero” che vuole continuare senza sosta, con costanza, presenza, fattività. Diverse le parole, gli interventi, i momenti di confronto, le domande e le decisioni. Se nel 2012 si trattava di una quindicina di persone, nel 2015 Youpolis Sicilia è un’associazione con cinque laboratori in diverse città e con più di quaranta ragazzi. Era necessario quindi ritrovarsi per confrontarsi e andare avanti: nuovi impegni infatti – sia nei singoli territori che al livello di tutta l’associazione – aspettano questi giovani “liberi” per continuare ad alzare la voce. Perché i nostri ragazzi sono tutt’altro che immobili: nel nostro territorio sono diverse le associazioni che si impegnano, suggeriscono, propongono e organizzano direttamente eventi e manifestazioni (spesso aiutandosi tra loro preferendo la collaborazione alla competizione) e questo dovrebbe essere un dato di fatto, un esempio per la collettività e gli altri giovani.