Sarà a Napoli l’evento finale del progetto sulle politiche giovanili “S.T.I.M.A.”

Prosegue, dopo le tappe itineranti locali tra cui quella di Ragusa, il progetto nazionale sulle politiche giovanili “S.T.I.M.A. – Siamo tutti Importanti e Meritevoli di Ascolto” finanziato dal programma europeo Erasmus+ e implementato dall’Agenzia per la Promozione dei Giovani.

Dopo la tre giorni che ha visto quindici ragazzi formarsi a Ragusa sul mondo della partecipazione giovanile e i suoi strumenti, contemporaneamente ad altrettanti eventi in diverse parti d’Italia, dal 2 all’8 maggio prossimi a Napoli si terrà l’evento finale, ovvero la “Conferenza sul Futuro delle Politiche Giovanili”, nel corso della quale giovani provenienti da tutte le tappe locali, e chi vorrà unirsi, si confronteranno per promuovere lo scambio di buone pratiche sulla partecipazione giovanile fra territori diversi, il dialogo e l’incontro tra giovani provenienti da realtà distanti, ma simili, nonché la pianificazione di ulteriori azioni di promozione della partecipazione

giovanile da parte dei partecipanti al progetto. Sono previsti infatti anche dei momenti particolarmente importanti, tra cui un confronto con la Ministra Fabiana Dadone.

“Ai primi di aprile, portando qui una delle tappe locali del progetto – spiega il delegato alle Politiche Giovanili Simone Digrandi – abbiamo promosso una bellissima tre giorni, durante la quale i ragazzi, provenienti praticamente da tutte le parti della nostra Provincia, hanno conosciuto tanti strumenti e lavorato sulla predisposizione di politiche pubbliche a loro dedicate, confrontandosi tra di loro ma anche con diversi decisori locali”, “la conferenza di Napoli, che prevede anche la partecipazione della Ministra Dadone, sarà certamente un’altro momento importante, anche perchè tanti ragazzi di territori diversi potranno confrontarsi e maturare un nuovo, e bellissimo, modo di impegnarsi per i propri coetanei e per il proprio territorio”

E’ ancora possibile, anche per chi non ha partecipato alle tappe locali del progetto, unirsi alla delegazione in partenza da Ragusa (formata da alcuni partecipanti della tappa locale insieme, nei tre giorni finali, all’Assessore Clorinda Arezzo e al delegato Simone Digrandi) e presentare istanza di partecipazione, per la quale non è richiesta nessuna quota. Tutti i costi per vitto, alloggio e attività sono infatti coperti dal programma Erasmus+; è previsto anche un rimborso per le spese di viaggio. Per il modulo di candidatura alla tappa nazionale e per tutte le informazioni è possibile consultare l’apposito spazio all’interno della sezione “opportunità” dell’informagiovani comunale sul sito dell’Ente, oppure contattare l’informagiovani su Instagram (@informagiovaniragusa) o tramite mail informagiovani@comune.ragusa.it.

Inizia venerdì 8 aprile il progetto S.T.I.M.A sulle politiche giovanili

Inizia domani, venerdì 8 aprile, la tappa ragusana del progetto nazionale sulle politiche giovanili “S.T.I.M.A. – Siamo tutti Importanti e Meritevoli di Ascolto” finanziato dal programma europeo Erasmus+ e implementato dall’Agenzia per la Promozione dei Giovani. Fino a domenica 10, quindici ragazzi – selezionati tra tutti coloro che si sono candidati alla partecipazione – verranno formati sulla creazione e gestione di politiche pubbliche e giovanili, su quali sono gli strumenti della partecipazione giovanile, sui concetti di “policy” e “advocacy”, su come funziona il processo decisionale di un Comune, elaborando nel corso della tre giorni proposte, suggerimenti e istanze, che verranno condivise con gli amministratori locali durante alcuni momenti di dialogo e confronto. Cinque partecipanti verranno selezionati per partecipare alla conferenza nazionale sul futuro delle politiche giovanili che si terrà a Napoli dal 2 all’8 maggio.

La tre giorni in programma presso l’auditorium del Centro Commerciale Culturale, sarà coordinata da Roberto Rossetto, presidente dell’Agenzia per la Promozione dei Giovani, insieme all’assessore Clorinda Arezzo, al delegato politiche giovanili Simone Digrandi e a Simone Diquattro, Enrico Bellina Terra e Andrea Manenti dello staff Informagiovani.

“Quando ho proposto ad APG che uno dei focus Group del progetto si tenesse a Ragusa” – spiega Digrandi – “l’ho fatto sapendo che tanti sono i giovani che all’interno dell’area iblea sono impegnati a vario titolo o comunque interessati al mondo della partecipazione giovanile nei propri comuni di riferimento – i ragazzi infatti provengono da buona parte dei comuni iblei, da Chiaramonte a Vittoria, da Ragusa a Modica, a Comiso, Pozzallo, Santa Croce, presente anche una giovane ricercatrice dell’etneo – E a dimostrazione di questo, non appena abbiamo lanciato la call per le candidature in pochi giorni abbiamo raggiunto tante richieste per i posti disponibili del progetto. Saranno tre giorni straordinari a cui farà seguito la settimana di Napoli, dove i nostri ragazzi si confronteranno con loro colleghi di numerose parti d’Italia, e dove sarà con noi anche la Ministra Dadone.”

Prima seduta della  nuova Consulta Comunale Giovanile

Si è svolta il 31 marzo scorso la prima seduta della nuova Consulta Comunale Giovanile, in carica per il biennio 2022/2024.

La Sala Giunta ha ospitato questo momento, accogliendo i ragazzi che, rispondendo al bando pubblicato negli scorsi mesi, ne sono stati nominati membri. Si tratta di 25 giovani, tra uscenti riconfermati e nuovi. A dare loro il benvenuto il Sindaco Peppe Cassì, il Presidente del Consiglio Fabrizio Ilardo, l’Assessore Clorinda Arezzo, il delegato Politiche Giovanili Simone Digrandi, presente anche il Consigliere Comunale Giovanni Gurrieri. Alcuni dei membri erano collegati in remoto. Subito dopo la presentazione di ognuno, ed una breve relazione da parte del presidente uscente Simone Diquattro sulle attività del biennio precedente, si è proceduto all’elezione delle cariche: confermato l’uscente e rieletto anche il Vice Presidente, Luca Battaglia. Spazio poi per le prime proposte votate dall’organismo, tra cui la riorganizzazione dei gruppi di lavoro e un atto di indirizzo che impegna l’Amministrazione a coinvolgere una delegazione in quelle cerimonie civili e religiose attinenti ai giovani.

“Dare continuità a un percorso non scontato come quello della Consulta – dichiara il sindaco Peppe Cassì –  è un atto significativo tanto quanto avviarlo. L’inizio di un nuovo ciclo, che per certi aspetti si pone in continuità con quello precedente, dimostra innanzitutto la qualità del lavoro svolto della Consulta in questo biennio e l’impegno che i nostri uffici hanno profuso per sostenerlo. Oggi la Consulta è un organismo solido, che sa guardare avanti e che sono certo continuerà a operare per mettere la politica a servizio delle generazioni più giovani.”

“In questi anni siamo sempre stati a supporto della Consulta – aggiunge Simone Digrandi –  dando seguito operativo a tutte le idee da loro proposte. Per la prima volta non solo l’organismo ha completato il proprio ciclo biennale, ma ne è partito un altro, con un cospicuo aumento dei membri, provenienti da tante espressioni giovanili della città, non solo politiche ma anche culturali e sportive. Siamo riusciti anche a coinvolgere tutti gli istituti superiori della città, ognuno con un proprio rappresentante. Dato inoltre che alcuni membri vivono fuori, abbiamo disposto che sarà sempre possibile la modalità mista: ad ogni seduta si potrà essere in presenza o intervenendo da remoto, con il supporto anche di un sistema certificato per le votazioni online, sperimentato per l’elezione delle cariche”.

“Non posso non esprimere orgoglio e soddisfazione per la mia rielezione – afferma Simone Diquattro –  che significa da un lato aver seminato bene in questi anni grazie all’assemblea uscente che mi ha sempre supportato, dall’altro aver conquistato la fiducia dei nuovi membri che ci hanno guardato finora dall’esterno. Finalmente la consulta può ripartire concretamente. Tante le adesioni. Ho molte aspettative per questo nuovo mandato, considerato che all’orizzonte abbiamo una situazione pandemica in conclusione e che potremmo iniziare a fare attività in presenza. Questa rielezione è un segnale forte che mi spinge a fare e pretendere sempre di più per i giovani ragusani, in tutte le sedi e occasioni.”

“Il momento più bello durante la mia rielezione – questo il commento di Luca Battaglia –  è stato essere circondato da tanta gente felice di mettersi in gioco per la propria città. Nuovi volti, nuove idee, nuove iniziative, mantenendo lo stesso comune obiettivo: dar voce alle tante idee e proposte provenienti dai giovani ragusani. In qualche modo questa realtà, e nel piccolo la carica che nuovamente sono tenuto a ricoprire, mi lega ad uno dei miei principali interessi: valorizzare al meglio la mia Ragusa, che può e deve offrire tanto ai giovani.”

Componenti della Consulta Comunale Giovanile per il biennio 2022/2024 sono: Simone Diquattro, Biagio Gravina, Enrico Bellina Terra, Andrea Manenti, Giovanni Bracchitta, Giulio Iozia, Giuseppe Arezzi, Lorenzo Nicita, Roberta Raniolo, Benedetto Spadaro, Stefano Guastella, Francesca Massari, Ismael Giovanni Scribano, Hala Fuad, Giulia Occhipinti, Lorenza Tumino, Federico Martorana, Marika Frasca, Alessandro Occhipinti, Aurora Luminare, Luca Battaglia, Simone Buffolino, Michael Cabibbo, Gianluca Tidona, Giovanni Rosso.

Si ricorda che, al di là dei membri ufficiali, qualsiasi giovane che volesse partecipare ad una riunione per esprimere una propria idea o proposta può richiederlo, utilizzando il form presente sul sito dell’Ente, nella sezione dell’Informagiovani dedicata alla Consulta. Per maggiori dettagli e per seguire tutte le attività dell’organismo è possibile seguire la pagina facebook della Consulta e l’account Instagram @informagiovaniragusa.